Podcast

Grazie alla collaborazione con la Fondazione Vita e Salute, inauguriamo una serie di appuntamenti per approfondire i temi che si intrecciano nel Progetto Primi Mille Giorni. Ascolteremo le voci di tutti i soggetti coinvolti, per continuare a confrontarci e condividere i nostri saperi attorno a quello che abbiamo definito “cibo di valore”.

Riflettere sulla complessità del sistema agroalimentare ed avere un approccio integrato al tema dell’alimentazione, ci può aiutare ad acquisire maggiore consapevolezza e a prendere decisioni efficaci. L’obiettivo che ci proponiamo è quello di cambiare l’approccio e l’idea che comunemente abbiamo dell’alimentazione e della nutrizione. Come? Anzitutto, conoscendo da dove vengono i cibi fino a scoprire l’impatto che la scelta del cibo ha sulla nostra salute, intendendo la salute in senso globale, da quella fisica a quella sociale ed ambientale.

Per questo, vi invitiamo a condividere con noi una visione sempre più ampia e interdisciplinare. 

Cibo di valore

di Cecilia Bartolucci

Cibo di valore e diritto al cibo sono due concetti imprescindibili perché il diritto al cibo
è la base della vita, motivo per cui il cibo di valore deve sostenerne la necessità.
Cecilia Bartolucci lo spiega in questo primo podcast.

Cibo di valore
vuol dire cibo costoso?

di Cecilia Bartolucci

Perché sono state scelte le mamme e i bambini nei loro primi mille giorni di vita come
beneficiari diretti del progetto? Ce lo spiega in questo secondo podcast Cecilia
Bartolucci, presidente della Fondazione e ricercatrice del CNR

Perché l’agricoltura biologica fa bene a tutti

di Cristina Micheloni

Il cibo biologico non solo fa bene a chi lo mangia, ma anche a coloro che vivono nei pressi delle coltivazioni biologiche, dove l’ambiente viene tutelato dall’uso di pesticidi e diserbanti.

Produrre biologico
coinvolgendo le persone

di Andrea Pitton

Il cibo di valore deve essere sostenibile per la terra e per la produzione, deve essere accessibile per tutti e deve avere la storia di come e del perché è stato fatto. Ne parliamo con Andrea Pitton, proprietario dell’azienda agricola biologica Pitton.